La storia

L’ASUC Vich: radici storiche e impegno per la salvaguardia dei beni collettivi

L’ASUC Vich è un’associazione con radici storiche a Vigo di Fassa, ripristinata nel 2017 attraverso un referendum per difendere i beni e i diritti collettivi durante la fusione del comune di Vigo di Fassa con Pozza di Fassa. Il comitato eletto si è impegnato per identificare e regolarizzare la proprietà dei beni dell’ex comune di Vigo di Fassa.

Continua per scoprire la nostra storia.

La storia di ASUC Vich

L’ASUC VICH ha radici nella storia del Comune di Vigo di Fassa fin dal XIX secolo. Con Decreto di Assegnazione a firma del Regio Commissario per la liquidazione degli Usi Civici per le provincie di Trento e Bolzano n. 125/38, venne reso noto l’elenco dei beni gravati da Uso civico. Nell’anno 1952 la Frazione di Vigo di Fassa venne sciolta, al pari di altre in Val di Fassa, per la sovrapposizione del Comune con la Frazione stessa.

La ricostituzione dell’ASUC Vich porta la data del 27.11.2017, a seguito del referendum costituivo popolare, indetto grazie alla determinazione di un gruppo di censiti di Vigo di Fassa per difendere i beni e i diritti collettivi, destinati a perdersi nelle pieghe burocratiche del costituendo nuovo comune di San Giovanni di Fassa-Sèn Jan, formatosi dalla fusione del comune di Vigo di Fassa con il vicino comune di Pozza di Fassa. All’interno del nuovo comune esistevano già due ASUC (Pozza e Pera). Un notevole risultato, primo in tutta la valle, è l’unanimità della volontà dei censiti: il referendum non ha avuto alcun voto contrario, dimostrando quanto la popolazione di Vigo è attaccata ed unita per la propria Frazion da Vich.

Il Comitato eletto, presieduto dal Capo Frazion Paolo Rizzi, si è subito mosso per individuare all’interno delle proprietà del comune di Vigo di Fassa tutte le proprietà che di diritto sarebbero passate sotto la propria amministrazione (quelle già gravate da uso civico) e le proprietà che, per errore o altri motivi, non avevano questo vincolo, ma necessitavano di passare sotto la proprietà dell’ASUC. Con Deliberazione del Comune di Vigo di Fassa del 28.12.2017 l’elenco dei beni da destinare alla Frazion da Vich e/o al Comune di Sèn Jan è stato messo nero su bianco e votato all’unanimità da parte del Consiglio Comunale, impegnando le due nuove amministrazioni alla volontà riportata negli allegati alla Deliberazione.

Finito questo lavoro di censimento delle proprietà, nel corso del primo mandato, prima con istanza tavolare comune e successivamente con rogito stipulato dal notaio Alessandro Franco con sede a Vigo di Fassa, il Comune di San Giovanni di Fassa-Sèn Jan e la Frazion da Vich hanno portato avanti gran parte della regolarizzazione della proprietà dei beni dell’ex Comune di Vigo di Fassa.

Nel corso del secondo mandato la certosina opera di permuta dovrà arrivare a compimento, tenendo conto della volontà del Consiglio Comunale di Vigo di Fassa, nonché delle mutate esigenze del Comune di San Giovanni di Fassa-Sèn Jan.