Tempesta Vaia

28 Ottobre 2018: Tempesta Vaia

La prima grande difficoltà da affrontare è stata la tempesta Vaia che, con le sue abbondanti piogge e il suo forte vento, ha causato enormi danni, tra cui vari smottamenti, danni alla viabilità forestale e rovinato una gran parte del patrimonio boschivo, abbattendo circa 80/100 mila metri cubi di legname sul territorio amministrato e circa 9 milioni di metri cubi in tutto il nord-est delle Alpi.

L’ASUC Vich si è subito messa al lavoro e nel gennaio 2019 sono iniziati i lavori di recupero del bosco schiantato con la ditta austriaca Holz Klade Gmbh.

Nel frattempo il Comitato si è attivato per la redazione dei progetti e per il deposito delle richieste di contributo per la sistemazione della viabilità forestale.

Già a fine 2020 sono state effettuate gran parte delle operazioni di esbosco, con conclusione delle stesse operazioni nel corso del 2021. Dalla primavera 2022 sono iniziate le lavorazioni di sistemazioni delle strade forestali, ultimate nell’autunno dello stesso anno.